L’estrazione del colore durante la vinificazione, la stabilizzazione del colore durante l’invecchiamento e l’evoluzione del colore durante l’invecchiamento nella bottiglia sono tutti aspetti di notevole importanza per le aziende vinicole. Nell’industria vinicola moderna, il colore può diventare una firma per alcuni tipi di vini. Nel caso dei vini rosati, ad esempio, il colore è una componente importante della qualità e può influenzare le decisioni d’acquisto dei consumatori. Di norma, il colore del vino viene misurato in laboratorio per mezzo della spettrofotometria (intensità e tonalità di colore) o della colorimetria (coordinate L*, a*, b*). I campioni sono prelevati dalle cantine e poi inviati al laboratorio per ottenere i rilevamenti cromatici. Nel caso della spettrofotometria, l’analisi può richiedere una fase di preparazione dei campioni in cui vengono eliminate le particelle solide.

In base alla tecnologia della riflettanza, il colorimetro portatile NomaSense™ Color P100 permette di misurare le coordinate L*a*b* direttamente nella cantina. Non è quindi necessario preparare i campioni prima di effettuare i rilevamenti cromatici, che possono essere eseguiti anche su campioni ancora in lavorazione, consentendo di prendere decisioni immediate.

color p100

Caratteristiche 

NomaSense Color P100 è un analizzatore portatile che funziona con pile ricaricabili facilmente trasportabile da un punto all’altro della cantina. Dotato di un’unica cuvetta da 0,5 cm, lo strumento permette di effettuare le analisi su vini bianchi, rossi o rosati. I risultati sono forniti in coordinate CIELab, un sistema di classificazione del colore riconosciuto a livello internazionale che offre una descrizione oggettiva del colore, come quella percepita dall’occhio umano. Il lavoro di convalida realizzato dal nostro team enologico conferma che i dati forniti da questo strumento rappresentano un’alternativa adeguata alle coordinate CIELab calcolate (secondo le raccomandazioni del protocollo OIV) a partire dallo spettro visibile completo ottenuto tramite uno spettrofotometro classico. NomaSense Color P100 è anche capace di confrontare il colore del campione con un colore memorizzato nell’apparecchio, consentendo così una valutazione rapida del colore del vino in rapporto a un target cromatico specifico. Lo spazio disponibile consente di memorizzare fino a 20 colori di riferimento, permettendo così di gestire il colore di un gran numero di vini prodotti all’interno di una cantina. Grazie al campione di calibrazione integrato, l’utilizzo di NomaSense Color P100, in laboratorio o nella cantina, è ancora più semplice.

Per vedere l'analizzatore NomaSense Color P100, fate clic sul video qui a fianco.

Vantaggi

  • Monitoraggio dell’estrazione del colore durante la macerazione di pre-fermentazione a freddo, la macerazione a caldo, la fermentazione o qualsiasi altra tecnica di estrazione del colore dei vini rossi.
  • Monitoraggio della stabilizzazione del colore durante l’invecchiamento (botti, micro ossigenazione).
  • Monitoraggio delle macerazioni pellicolari per la produzione del vino bianco.
  • Valutazione dell’evoluzione dell’imbrunimento mediante prove di invecchiamento accelerato.
  • Monitoraggio dell’estrazione del colore dei vini rosati.
  • Misurazione del colore durante le sedute di preparazione agli assemblaggi.
  • Definizione senza ambiguità del colore del vino nell’ambito della convenzione tra i produttori e gli acquirenti (grossisti, dettaglianti ecc.).

Accessori

Per maggiori informazioni sugli accessori e sui ricambi per NomaSense O2, fate clic qui >> 

Per ricevere il catalogo degli accessori per NomaLine HS 6000 o per gli altri nostri analizzatori, fate clic qui >>

Assistenza tecnica

Per comprendere appieno le funzionalità di NomaSense Color, fate clic su uno dei documenti di seguito :

Per ricevere una consulenza tecnica per l’acquisto o il riacquisto di un analizzatore, non esitate a contattare un rappresentante Normacorc >>