Lo sapevi? Comprendere l’impatto ambientale dei difetti dovuti alle chiusure: l’acqua

Questa è parte di una più ampia serie di infografiche sulla sostenibilità e sull’impatto dei difetti dei vini dovuti alla chiusura.

La sostenibilità è un aspetto fondamentale del settore vinicolo: ecologicamente, la produzione di vino richiede l’utilizzo e il rinnovamento continui di risorse naturali; economicamente, le aziende vinicole devono assicurarsi che la propria attività possa prosperare e produrre anno dopo anno. Le aziende vinicole stanno diventando più sostenibili e attente all’ambiente, e come parte di questa tendenza positiva, guardano ai propri mezzi di produzione e imbottigliamento per realizzare le proprie visioni e azioni di sostenibilità.

Quando si tratta dell’imbottigliamento del vino ci sono alcuni modi di gestire i propri contributi ambientali in modo proattivo. Nello specifico, un elemento importante per quanto riguarda il controllo della sostenibilità è la chiusura della bottiglia di vino. Apparentemente piccola e spesso trascurata (tranne quando ha dei difetti), la chiusura può decidere le sorti di un vino.

Meno sprechi, più chiusure

Sapevi che i difetti del vino causati dalle chiusure non influenzano negativamente solo la bottiglia di vino, ma anche l’ambiente? Ogni anno, circa 400 milioni di bottiglie di vino sono danneggiate da chiusure difettose a causa di sapore di tappo (TCA), ossidazione o riduzione.

È un sacco di vino sprecato!

Tuttavia, non è solo il vino ad andare sprecato: anche le risorse come l’acqua sono sprecate quando le chiusure rovinano il vino. Ad esempio, questi 400 milioni di bottiglie danneggiate hanno consumato circa 200 miliardi di litri di acqua durante la produzione, l’equivalente di circa 80.000 piscine olimpioniche di acqua sprecata!

È brutto vedere tutto quel vino sprecato quando le chiusure non funzionano correttamente. Fortunatamente, i vini chiusi con Nomacorc Green Line non devono preoccuparsi dei difetti: sono garantiti privi di TCA e colle e consentono una gestione dell’ossigeno costante e una protezione affidabile da altri difetti relativi alla chiusura, come ossidazione e riduzione.

Per maggiori informazioni sulle nostre chiusure senza impronta di carbonio e sulla Green Line, fai clic qui>>

 

Lascia un commento