Degustazione vini di qualità superiore con tappi Nomacorc: bianchi e rosé

“Il segmento alto è in crescita, quello basso in calo” secondo la relazione sullo stato del settore del vino nel 2015 della Silicon Valley Bank. La SVB prevede una crescita continua nel mercato dei vini di qualità superiore, in particolare quelli sopra i 20 dollari. La fascia più bassa, sotto gli 8 dollari, è già stagnante.

Cattive notizie per i produttori di tappi sintetici, come Nomacorc? Non proprio. I tappi a vite si sono ormai liberati dall’associazione con la fascia più bassa del mercato, così come quelli sintetici. Sono molti i viticoltori del segmento alto che scelgono Nomacorc per i loro vini pregiati.

Ecco cinque vini bianchi e un rosé che lo dimostrano. Tutti americani, tutti tra i 16 e i 30 dollari, tutti chiusi con tappi Nomacorc.

Sauvignon Blanc Groth 2013, Napa Valley

Il corpo del vino, di un colore oro pallido con una punta di verde, offre un fresco profumo di alloro, scorza di lime e gelsomino bianco. Il palato è setoso, con una brillante acidità e un tocco finale di agrumi e limoni conservati.

14,7% di grado alcolico in volume | 20 $

6-25_Tasting_groth

Sauvignon Blanc Crocker and Starr 2013, Napa Valley

Si tratta di uno scoppiettante Sauvignon Blanc dal marcato carattere agrumato, fresco come la brezza dei mari tropicali. Il corpo è caratterizzato da un bouquet di frutta verde (agrumi, melone, mela) e il finale ha la lucentezza del raso.

14,4% di grado alcolico in volume | 30 $

6-25_tasting_crocker-starr

Chardonnay Schug 2013, Sonoma Coast

Uno Chardonnay incandescente, che risplende del giallo degli agrumi e della buccia di mela, della pera matura, della frutta secca e della panna cotta o acida. Il corpo offre una distinta nota di mandorla e una fiammata di agrumi acuisce il finale.

14,1% di grado alcolico in volume | 25 $

6-25_Tasting_schug

Chardonnay Buehler Vineyards 2013, Russian River Valley

È un vino che esprime zenzero al gusto iniziale e agrumi nel finale, nel mezzo, note di spezie bianche, nocciole, limoni conservati e crema al limone. Un pizzico di pietra focaia aggiunge il tocco finale.

13,9% di grado alcolico in volume | 16 $

6-25_tasting_buehler

Viognier Eberle “Mill road Vineyard” 2013, Paso Robles

Un vino ricchissimo, come un dipinto con una composizione di fiori e frutta a nocciolo. Albicocche mature e pesche gialle bilanciano la pungente acidità che aggiunge brillantezza. Da servire molto freddo.

15% di grado alcolico in volume | 23 $

6-25_tasting_eberle

Rosé Judd’s Hill 2014, California

Il meraviglioso corpo di colore rosa profondo ha il profumo dei frutti di bosco a primavera e del basilico. Succoso e dalla consistenza leggera, con note di anguria matura e una spruzzatina di menta sul finale.

13,9% di grado alcolico in volume | 26 $

6-25_tasting_judds-hill

Foto per gentile concessione di Occasions.

Chi è l’Autore

Meg Houston Maker, CSW, è una giornalista enogastronomic concentrandosi su foodways tradizionali, cibo artigianale e produzione di vino, a l'intersezione con natura e cultura. Viaggia ampiamente per visitare e gustare con i produttori, e la sua scrittura freelance ha raccolto menzione da The New York Tempi , The Daily Beast , Brain Pickings , Il kitchn , Wine Business Monthly, e altre pubblicazioni. E 'membro giuria della Società Americana di giornalisti e autori, una specialista del Certified Specialist of Wine, e un membro professionale del French Wine Society, della Society of Wine Educators, e la Guild of Sommeliers. Meg attualmente è editor per Grape Collective , e pubblica anche sul suo proprio sito pluripremiato, Maker’s Table. Per saperne di più su Megmaker.com o seguila su Twitter @megmaker.

Lascia un commento