Cinque vini scelti da Ben Mayo

Ben Mayo ha recentemente condotto una degustazione dei propri vini presso la sede di Nomacorc nella Carolina del Nord. Da oltre dieci anni, Mayo lavora come vinificatore per Eberle Winery a Paso Robles, California. Da diversi anni utilizza solo ed esclusivamente tappi Nomacorc, apprezzandone l’affidabilità e il trasferimento di ossigeno. Lo scopo della degustazione era dimostrare l’ottima evoluzione dei suoi vini con l’invecchiamento.

Ho chiesto a Mayo di rivelarci eventuali lamentele dei suoi clienti relative alla predilezione per i tappi sintetici. Mi è capitato solo una sola volta, mi ha risposto: Un cliente aveva realizzato un sottopentola con alcuni tappi Nomacorc ed era rimasto sorpreso nel vedere che si erano sciolti a contatto con una casseruola calda.

Tra i vini in degustazione, uno in particolare mi è rimasto impresso: il suo Cabernet Sauvignon 2003. Il prezzo originale era 75 $ circa e le poche bottiglie rimaste si vendono attualmente a 250 $ circa. E ho capito il perché. Nonostante il vino fosse in bottiglia da dieci anni, il tappo era in perfette condizioni e il vino era incredibilmente fresco e vivace, con note intense di ciliegia, sentori di fico e liquirizia e un corpo elegante e delicato. Durante la mezz’ora della degustazione la sua complessità era aumentata.

È stato un onore assaggiare una bottiglia di questa rara annata e, se da un lato apprezzo i commenti tecnici durante una degustazione per addetti ai lavori in cui tutti girano il calice, annusano, sputano, parlano di rovere francese e zuccheri residui, gradi brix e fermentazione malolattica, è facile dimenticare che nel mondo reale la maggior parte di chi beve vino non parla mai di queste caratteristiche. A volte, perfino gli addetti ai lavori vorrebbero dimenticarsi delle caratteristiche tecniche, sedersi e gustare un bicchiere di vino così come è stato concepito dal suo produttore.

Ho chiesto a Mayo di elencare cinque vini assaggiati di recente che l’avevano davvero colpito, vini che aveva apprezzato in compagnia di amici e familiari, durante il pasto o in occasioni speciali, esattamente come i suoi clienti apprezzano i suoi vini. Ecco cosa ci ha risposto:

2009 William Harrison Cabernet Sauvignon

Rutherford, Napa Valley

87% di Cabernet Sauvignon, 11% di Petit Verdot, 2% di Merlot

55 $, 14,5% di grado alcolico in volume

“Vino dal colore intenso, all’olfatto si percepisce la polvere di Rutherford, mentre al palato è ricco, complesso con un finale lungo e tannini morbidi”.

 

2009 Baker and Brain Syrah

Edna Valley Syrah in purezza

23 $, 14,9% di grado alcolico in volume

“Grande Syrah proveniente dalla regione più fredda della California. Spicca per il frutto e la pienezza nel palato medio. Si sposa perfettamente con l’agnello”.

 

2011  Wild Horse Pinot Noir “Cheval Sauvage”

Santa Maria Valley Pinot Noir in purezza

65 $, 14,5% di grado alcolico in volume

“Un grande vino a un prezzo interessante! Aromi in sequenza di cola e spezie con note caratteristiche dell’uva Pinot”.

 

2009 Château Dutruch Grand Poujeaux

Moulis-en-Medoc, Bordeaux

54% di Merlot, 42% di Cabernet Sauvignon, 4% di Petit Verdot

25 $, 13% di grado alcolico in volume

“Un autentico classico a un prezzo imbattibile. Già buono adesso ma si presta per l’invecchiamento”.

 

2009 Williams Selyem “Westside Road Neighbors” Pinot Noir

Russian River Valley Pinot Noir in purezza

69 $, 14,2% di grado alcolico in volume

“Il mese scorso, in occasione del compleanno di mio padre, abbiamo gustato una bottiglia stupenda di Pinot di William Selyem. È il mio Pinot preferito della Russian River Valley quando sono in vena di spendere qualcosa in più. Frutto fantastico, grande equilibrio. La quintessenza del Pinot Nero americano”.

Chi è l’Autore

Da sempre residente a Memphis, in Tennessee, Ben Carter scrive articoli di enogastronomia per il web dal 2005. Ha esordito con il blog Benito’s Wine Reviews, scrivendo inoltre per Serious Eats, Snooth, Palate Press. È apparso anche sul Wall Street Journal. Di giorno lavora per una grande azienda, nel Controllo Qualità.

Lascia un commento